Centro Studi Europeo Pasca | Saturnalia
31
post-template-default,single,single-post,postid-31,single-format-standard,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,qode-theme-ver-11.0,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive

Saturnalia

Il 17 dicembre segna l’inizio dei Saturnalia, la festa più gradita dell’anno nel calendario romano, in onore dell’antico dio Saturno. In città si fermava tutto, ma soprattutto, come in un grande Carnevale, in questa giornata spariva la divisione tra liberi e schiavi, che ottenevano la facoltà di sedere alla tavola dei padroni da pari a pari, potendo dire ciò che non avrebbero mai osato in altro momento. A Pompei si festeggiava nei Thermopolia e nelle Cauponae: cibo, vino e gioco dei dadi. I partecipanti si scambiavano l’augurio con la frase “Io Saturnalia”, scambiandosi anche piccoli doni detti strenne.