Centro Studi Europeo Pasca | Il Templare Guido Pallavicino
26
post-template-default,single,single-post,postid-26,single-format-standard,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,qode-theme-ver-11.0,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive

Il Templare Guido Pallavicino

presso l’Abbazia Cistercense di Fotevivo (Parma)

Il tesoro più importante consiste nell’autentica tomba di un cavaliere templare, fatto piuttosto raro se si pensa che i Templari furono perseguitati dalla Chiesa. Il templare in questione è Guido Pallavicino, morto nel 1301, a coprire la sua tomba è una lastra in cui è riportato il cavaliere stesso vestito della sua armatura. E’ contornato da una scritta:

MARCHIO SEPULTUS MERITIS EST MARMORE SCULPTUS DET DATOR IPSE BONI REQUIEM PACEMQUE GUIDONI PELLAVICINO PRAENOMINE DE PEREGRINO MCCCI QUI DEDIT ABBATI PARTEM DE CURTE REDALTI.

La cui traduzione è:
“Il marchese sta qui sepolto, raffigurato nel marmo per i suoi meriti: Colui che dona ogni bene, dia pace e riposo a Guido Pallavicino della famiglia di Pellegrino, morto nel 1301, che donò all’Abate la proprietà della corte di Redalto”.