Centro Studi Europeo Pasca | Il Mistero del Numero Tre
282
post-template-default,single,single-post,postid-282,single-format-standard,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,qode-theme-ver-11.0,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive
 

Il Mistero del Numero Tre

Il Mistero del Numero Tre

È noto presso i Platonici il paragone, derivante dall’insegnamento degli Egizi, per il quale la divinità abbraccia in un’unità una triade soprannaturale, nello stesso modo che nel sole c’è sostanza, luce e calore, e queste tre cose contempliamo in esso in duplice modo. […] Ancora nel sole queste tre cose (sostanza, luce e calore) si distinguono come una sostanza e due accidenti; ma nella divinità questi tre, come anche innumerevoli altri predicati che s’annoverano ad analogia di quelli, non fanno affatto nessuna distinzione.
Summa terminorum metaphysicorum

Immagine: Clavis Artis – Nelle tre teste del dragone alchemico sono rappresentati i tre agenti dell’opus: Zolfo, Mercurio e Sale