Centro Studi Europeo Pasca | I Cavalieri Lebbrosi
322
post-template-default,single,single-post,postid-322,single-format-standard,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,qode-theme-ver-11.0,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive
 

I Cavalieri Lebbrosi

I Cavalieri Lebbrosi

Tanta era la fama militare dei Cavalieri Lebbrosi che vennero incaricati della difesa di alcuni castelli. Ma ovunque vi era la lotta tra cristiani e infedeli, i Cavalieri dell’Ordine di San Lazzaro si mobilitavano per il sostegno della Santa Croce. Essi si consideravano dei “morti viventi” e la morte finale nella difesa della fede non li spaventava.

L’Ordine di San Lazzaro rimase soprattutto un Ordine Ospedaliero, ma prese parte a diverse battaglie, anche se con scarsa frequenza e con poco successo.
Non si sa esattamente quando l’Ordine iniziò un’attività militare. Anche se si ipotizza che un piccolo distaccamento di Cavalieri possa essere stato presente alla battaglia di Hattin nel 1187, le prime prove concrete di attività militare possono essere trovate nel 1244, quando, con il rinnovo della guerra tra cristiani e musulmani, l’Ordine guadagnò nuovi allori, ma ad un triste prezzo.

Nell’ottobre del 1244, l’Ordine partecipò alla battaglia di Forbie-Gaza, in cui le forze del Regno di Gerusalemme, combatterono contro i Khorezmiani. La sconfitta in battaglia fu disastro per i crociati e soprattutto per l’Ordine di San Lazzaro, dal momento che vi trovarono la morte tutti i Cavalieri dell’Ordine che parteciparono alla battaglia.
Vedi: la battaglia di Forbie-Gaza
Quei Cavalieri che non erano presenti a tale sfortunata battaglia, aderirono ai crociati che accompagnavano San Luigi IX di Francia nella sua crociata egiziana e presero parte nelle sue spedizioni contro la Siria nel corso degli anni 1250-1254. Durante la crociata di Luigi IX, i Cavalieri dell’Ordine erano presenti alla battaglia di al-Mansura nel 1250, durante la quale il Re fu catturato dagli Egiziani.
Vedi: la battaglia di al-Mansura
A San Giovanni d’Acri, la nuova capitale dal 1191, dopo che Gerusalemme era stata persa nel 1187, all’Ordine di San Lazzaro venne affidata la difesa di una torre e una sezione del muro.

la caduta di San Giovanni d’Acri
Nel 1291, quando la città si trovò sotto l’assedio dei Mamelucchi del Sultano al-Ashraf, una forza di 25 Cavalieri dell’Ordine di San Lazzaro partecipò alla difesa della città.
Vedi: la caduta di San Giovanni D’Acri
Il 18 maggio 1291 San Giovanni d’Acri, dopo un’eroica resistenza a cui parteciparono tutti i Cavalieri degli Ordini Gerosolimitani, cadde in mano ai Turchi.
Come risultato della caduta di Acri ci fu la fine degli Ordini Gerosolimitani in Terra Santa ed anche l’ospedale per i lebbrosi di Gerusalemme scomparve.